Gravidanza

Cos'è l'emorragia subcortica?

Un'emorragia subcorticale, nota anche come ematoma subchorionico o semplicemente SCH, viene creata quando il sangue si raccoglie nello spazio tra la placenta e l'utero. Il termine tecnico è corion, ma molti dottori lo chiameranno semplicemente coagulo di sangue. Questi coaguli possono essere seri perché potrebbero diventare grandi e causare così la placenta di separarsi dalla parete uterina. Ciò è particolarmente vero se il coagulo o il sanguinamento diventano troppo grandi, non possono essere riassorbiti dal corpo o si sviluppano in un punto che rende più probabile la separazione.

Cos'è l'emorragia subcortica?

Capire cosa è può aiutare i genitori a capire quali sono i rischi. Ecco una carrellata delle cause, dei sintomi e delle possibili complicazioni.

Le cause

Nella maggior parte dei casi, nessuno sa veramente perché si sviluppa un'emorragia subchionionica. In alcuni casi, l'ovulo potrebbe staccarsi dalla parete uterina all'inizio della gravidanza, portando alla formazione di coaguli di sangue. Gli scienziati ritengono che chi ha più di 35 anni sia più possibile avere questa condizione. Tuttavia, le probabilità che diverse razze siano influenzate dalla condizione sono uguali. Sfortunatamente, senza una chiara causa o fattori di rischio, non c'è modo di prevenire veramente una SCH, e non esiste un trattamento noto per il problema.

Sintomi

Nella maggior parte dei casi, il primo sintomo di un'emorragia subchionionica è il sanguinamento vaginale. Questo può essere molto pesante o molto leggero. Perché il sanguinamento potrebbe anche essere un segno di aborto spontaneo, chiama il tuo medico nel momento in cui noti che è una buona idea. D'altra parte, non ci potrebbero mai essere sintomi se l'emorragia è piuttosto piccola, e potrebbe essere trovata durante un'ecografia di routine. Molti di questi coaguli di sangue si formano semplicemente, rimangono per un po 'e si risolvono da soli senza causare alcun danno alla madre o al bambino.

Possibili complicazioni e rischi

Se l'emorragia subchorionica è piccola, non influenzerà mai la gravidanza, tranne il sanguinamento occasionale che potrebbe spaventare la madre. Un coagulo di sangue più grande potrebbe portare a complicazioni, come un parto pretermine o una crescita limitata del feto. Il rischio di aborto tende a salire quando una donna viene diagnosticata con questo tipo di coagulo di sangue, soprattutto se la diagnosi si verifica all'inizio del primo trimestre o se il coagulo di sangue è molto grande.

Come viene diagnosticata?

Fortunatamente, la diagnosi del problema è facile e indolore: di solito si trova durante un esame ecografico. A volte si trova perché una donna ha iniziato a sanguinare ed è preoccupata, ma anche quelli che non sanguinano possono essere facilmente individuati sull'ecografia. Gli ultrasuoni possono dire molti dettagli sulla SCH, ad esempio quanto è grande, quanta emorragia c'è, dove si sta raccogliendo il sangue e se la placenta è stata danneggiata dal coagulo di sangue in crescita.

Gli ultrasuoni di follow-up possono confermare che le cose stanno migliorando o peggiorando. Un medico o un radiologo può quindi spiegare il problema, la prognosi e i rischi. Fortunatamente, coloro che non hanno avuto gravi emorragie o che hanno coaguli molto piccoli probabilmente non affronteranno ulteriori sintomi o problemi. Per la maggior parte delle madri in attesa, il sanguinamento subcortico si rivela semplicemente un momento o due di paura, e non influenza la loro gravidanza o il loro bambino a lungo termine.

Come far fronte all'emorragia subchionionica

Nella maggior parte dei casi, un medico vorrà adottare un approccio attendista per la SCH. Ciò significa che la mamma deve fare attenzione a non peggiorare le cose durante quel periodo. Le madri dovrebbero aumentare il loro apporto di fibre e acqua per prevenire la stitichezza, quindi non c'è tensione nella toilette. Dovrebbero riposare per evitare un aumento della frequenza cardiaca. Evitare attività fisiche intense, come un serio esercizio fisico, e non sollevare oggetti pesanti.

Nella maggior parte dei casi, il coagulo si risolve da solo nel primo trimestre o all'inizio del secondo trimestre. Ma a volte continua a essere un problema, e deve essere attentamente monitorato con ultrasuoni regolari. Alcuni medici si occuperanno di un grave sanguinamento subcortico somministrando i fluidificanti del sangue della madre. Tuttavia, questo è solo dopo aver valutato i pro ei contro contro un eventuale aborto spontaneo. Se in qualsiasi momento senti dolore, crampi o il sanguinamento peggiora, è il momento di andare immediatamente dal medico.

Dovresti preoccuparti?

Ogni madre che vede sanguinamento durante la gravidanza deve essere preoccupata. Dopo tutto, non hai idea di cosa lo causi, e il tuo primo istinto è che dev'essere qualcosa di brutto. Quindi quando vedi del sangue, informi immediatamente il medico e vai in ufficio il prima possibile per un'ecografia. Probabilmente sarai una delle donne fortunate che ti mette a tuo agio quando vedi un'ecografia fantastica e capisci che l'emorragia era solo un colpo di fortuna.

Ma cosa succede se si tratta di un ematoma subchionionico? In tal caso, la notizia è ancora abbastanza buona. Molti di questi finiscono per risolversi da soli e puoi continuare ad avere una gravidanza sana e felice. Ma quelli che non si dissolvono aumentano il rischio di aborto spontaneo, ed è per questo che è di vitale importanza mantenere tutti gli appuntamenti prenatali, presentarsi a tutti gli screening ecografici e monitorare attentamente il tuo corpo per i cambiamenti di emorragia, qualsiasi dolore e altre condizioni di salute problemi che potrebbero apparire mentre si sta affrontando questo problema.

Inoltre, oltre la metà delle donne che soffrono di emorragie all'inizio della gravidanza continuano ad avere bambini sani. Ma tieni presente che queste donne sono state costantemente monitorate per problemi e dovresti fare lo stesso. Se hai un grande sangue che dura nel terzo trimestre, aumentano le probabilità di distacco della placenta o di travaglio pretermine. Quando sei nel terzo trimestre, dovresti preoccuparti di qualsiasi sanguinamento, dolore, crampi o altri sintomi insoliti e dovresti recarti immediatamente in ospedale. È sempre meglio essere al sicuro piuttosto che dispiaciuto!

Загрузка...