Rimanere incinta

Panoramica sugli aborti spontanei

Molte donne non sono estranee agli aborti. Molto spesso, una donna può aver probabilmente subito un aborto spontaneo, indipendentemente dal fatto che ne sia consapevole o meno. Gli aborti sono di solito i risultati di un problema genetico o di un problema con il feto quando si sviluppa dentro di te. Nonostante la maturità della gravidanza e anche se non vi è alcun dolore fisico ad esso associato, un aborto spontaneo può essere un'esperienza devastante per la donna con conseguente sensazione di dolore, perdita, dolore, desiderio e delusione.

Panoramica sugli aborti spontanei

La perdita del feto prima del 20esimo la settimana della gravidanza è indicata come aborto spontaneo. Nella terminologia medica, un aborto viene definito "aborto spontaneo". Se un aborto si verifica dopo il 20esimo settimana di gravidanza, si chiama aborto spontaneo. Circa il 50% delle gravidanze si traduce in un aborto secondo i dati prodotti dalla March of Dimes. L'80% si verifica prima del terzo trimestre di gravidanza. Molte donne non perdono neanche un periodo o riconoscono che è avvenuto un aborto spontaneo.

Sintomi di aborto spontaneo durante diverse fasi

1. Sintomi iniziali di aborto spontaneo

  • Sanguinamento vaginale: Il sanguinamento è comune durante l'impianto quando l'uovo appena fecondato si attacca al rivestimento del muro dell'utero. Potresti notare qualche spotting, con o senza crampi. Quando questo si verifica con una cervice aperta, c'è una grande possibilità che tu abbia un aborto. Alcune forme di sanguinamento a cui prestare attenzione includono un flusso improvviso e intenso di sangue rosso vivo, contenente coaguli e con o senza crampi.
  • Fluido improvviso o scarico di muco: Un improvviso zampillo o passaggio graduale di liquido bianco-rosato o di tessuto veramente sodo può indicare un aborto in quanto questa potrebbe essere la placenta o il liquido amniotico. Gli esperti suggeriscono di portare un campione al proprio medico per eseguire i test per scoprire se si è abortito.
  • Grave cramping: Alcuni crampi non sono insoliti durante le prime fasi della gravidanza. Questi sono di solito lievi e si avvertono comunemente quando l'ovulo fecondato si attacca al muro dell'utero, che è anche noto come impianto. Dovresti essere preoccupato, tuttavia, se i crampi sono più gravi e persistenti in uno dei seguenti modi: localizzandoti principalmente nella schiena, durando più a lungo di alcuni minuti, sentendoti peggio dei crampi mestruali ed essendo accompagnato da una certa quantità di sanguinamento.
  • Perdita dei sintomi della gravidanza: La scomparsa di alcuni dei sintomi più profondi della gravidanza può essere un segno di un aborto, ma di solito non viene individuata all'inizio. Il fatto che ti senti meno dolorante senza nausea non sarà sempre un segno che stai perdendo il bambino. È normale che questi sintomi fluttuino e riflettono quando i vostri ormoni fluttuano.
  • Un test di gravidanza positivo, quindi negativo: Se prendi un test di gravidanza che è positivo, poi un altro più tardi nel corso della giornata che risulta essere negativo, questo potrebbe indicare una gravidanza extrauterina che deve essere risolta immediatamente. Dovresti ripetere il test e quindi consultare il medico se continui a ottenere risultati incoerenti.
  • l Grave dolore addominale: Il dolore addominale grave, soprattutto quando è centrato su un lato dell'addome, è spesso anche un segno di una gravidanza extrauterina. Questa è una condizione potenzialmente rischiosa e pericolosa per la vita in cui l'embrione si innesta all'esterno dell'utero. Tuttavia, il dolore lieve o il crampo sono comuni con molte gravidanze normali e di solito non sono motivo di preoccupazione.

2. Sintomi tardivi degli aborti spontanei

  • Grave crampi e sanguinamento: Grave crampi e sanguinamento è il segno più comune ed evidente di un aborto spontaneo.
  • Nessun movimento nel tuo utero: Gli aborti successivi che si verificano nel secondo trimestre possono essere caratterizzati da sensazioni di movimenti dal feto. Dovresti essere in grado di sentire il bambino che si muove e anche a calci in questo momento nella tua gravidanza. Se non percepisci alcun movimento dal tuo bambino, dovresti chiamare immediatamente il tuo dottore e chi è disposto a prendere accordi per il controllo della frequenza cardiaca fetale.

Cosa fare quando si verificano sintomi di aborto spontaneo

1. Durante l'orario di lavoro regolare del dottore

Se si verificano sintomi discutibili durante l'orario di apertura del medico, è necessario chiamare o effettuare il check-up. Se il medico non è disponibile, consultare un professionista alternativo presso il centro sanitario o l'ospedale più vicino che è qualificato per fornire consulenza.

2. Di notte o fine settimana

Se è una notte o un fine settimana, dovresti prima chiamare il numero di telefono del medico che può essere indirizzato a un servizio di risposta o ad un associato. Segui le istruzioni dell'infermiera o del dottore con cui parli. Molto probabilmente ti verrà chiesto di andare alla clinica o all'ospedale più vicino per un esame.

Mentre preferisci aspettare la familiarità del tuo OBGYN, ma se vuoi determinare cosa sta succedendo esattamente, è meglio andare subito a vedere un altro medico. Se sei nel tuo primo trimestre, allora un aborto fondamentalmente farà il suo corso. Non c'è molto che possa o verrà fatto per fermarlo. Tuttavia, se sei in una fase avanzata della gravidanza, potresti essere in travaglio precoce e sicuramente hai bisogno della cura e dell'attenzione dei professionisti.

3. Passare il tessuto a casa

Se si verifica un aborto spontaneo a casa e si passa il tessuto, è possibile raccogliere un campione e conservarlo in un sacchetto Ziploc nel congelatore prima di portarlo a scopo di test. Tuttavia, se è il tuo primo aborto spontaneo, allora è probabile che non sarà testato in quanto l'ipotesi è che fosse il risultato di un difetto genetico con il feto.

Загрузка...